Ristorante Locanda del Postiglione Spello

Storia

Nei tempi passati chi affrontava un lungo viaggio in diligenza, faceva tappa nelle stazione di posta, luoghi attrezzati per far riposare o sostituire i cavalli, e corredati di trattoria e di camere.

I signori e i postiglioni, durante l’attesa si fermavano a mangiare e, se in tarda ora, anche a dormire.

Nell’Ottocento a Spello, proprio di fronte alla romana porta consolare, il signor Francesco Brozzi, fondò una stazione di posta molto rinomata, che poi trasmise al figlio Alessandro e ai primi del Novecento, alla nipote Aurelia.

Il piccolo albergo, unico nella città a quel tempo, fu registrato anche dalla guida d’Italia del Touring Club, nelle edizioni del 1923 e 1939.

Con l’avvento della seconda guerra mondiale dovette cessare l’attività.

Oggi un figlio della signora Aurelia, il geometra Paolo Peppoloni, insieme con la consorte Adele Mazzanti, ha riportato in vita la Locanda del Postiglione commisionando il restauro dell’antico locale ai mastri muratori Raffalele e Savino da Andria.

La tradizione ottocentesca vive dunque in questa locanda mantenendo e rinnovando il carattere ospitale e cordiale di una città ricca di importanti testimonianze d’arte e di storia.